Liposuzione Milano


TRATTAMENTI DERMATOLOGICI

Fino a pochi anni fa, i vari trattamenti dermatologici utilizzati, non riuscivano sempre ha garantire gli effetti ottimali desiderati. Grazie all'avvento della tecnologia laser nella metodologia terapeutica, i dermatologi ora hanno a disposizione uno strumento davvero rivoluzionario.

Nella gestione degli inestetismi cicatriziali, il Laser ad Erbium ha rappresentato un'innovazione in quanto ha permesso di realizzare notevoli miglioramenti e con riduzione dell’eritema post-trattamento. Non solo, ha ridotto inoltre tutta una serie di effetti collaterali.

Molte sono le applicazioni di questo laser, fra cui: skin resurfacing, trattamenti di cicatrici da acne e ipertrofiche, trattamento di lesioni pigmentarie, altri tipi di lesioni quali adenomi sebacei, cheratosi attiniche, cheratosi seborroiche, xantelasmi, neurofibromi, nevi epidermici e dermici. Quindi verruche di tutte quelle patologie che richiedano un'approccio chirurgico.

Il laser ad Erbio, a differenza dei metodi tradizionali, consente di erogare l’energia in quantità proporzionata alla necessità permettendo una rimozione della pelle invecchiata in modo preciso e senza produrre danni alle aree circostanti.

Alcuni trattamenti dermatologici:
- Verruche volgari e piane del viso
- Idroadenomi palpebrali, che si presentano come piccole rilevatezze solide, al bordo palpebrale inferiore
- Cheratosi seborroiche ed attiniche
- Cicatrici da varicella
- Lentigo simplex del dorso delle mani, forme molto comuni secondarie alla stimolazione solare
- Xantelasmi, placchette di color giallo camoscio alle palpebre superiori e/o inferiori determinate da un accumulo di colesterina.

TRATTAMENTO DERMA CON LASER AD ERBIO

Il laser ad Erbio (Er:YAG) è lo strumento ideale per un'ablazione tissutale sicura e ripetibile. Grazie al laser erbium possono essere trattate la maggior parte delle lesioni superficiali, incluso il trattamento delle rughe e di molti esiti cicatriziali. Con il minimo danno termico e riducendo al minimo i rischi e gli effetti indesiderati.

Il Laser ad erbium di seconda generazione, ha portato ad ulteriori guadagni in termine di riduzione di eritema e soprattutto di possibilità di stimolazione della sintesi di nuovo collagene capace, in ultima analisi, di condurre ad una ottimale riduzione delle cicatrici e, in molti casi alla loro quasi totale scomparsa.

Questa sorgente laser produce una radiazione infrarossa di lunghezza d’onda pari a 2940 nm che presenta un’affinità elettiva per l’acqua dei tessuti, superiore di 13 volte a quella del laser CO2; in tal modo l’energia fornita risulta essere meno invasiva con indubbio guadagno per il paziente.

Incorpora un sofisticato controllo della lunghezza d'impulso che permette di privilegiare l'effetto ablativo o l'azione termica.

Dermablate effect

La radiazione emessa dal laser Er:YAG coincide con il picco di assorbimento dell'acqua.

Tale luce viene assorbita dall'acqua contenuta all'interno delle cellule della pelle e ne aumenta la temperatura fino a provocarne una improvvisa evaporazione.

L'evaporazione dell'acqua provoca un esplosione della cellula. Questo perché la durata dell'impulso del laser ad Erbio è estremamente breve.

Il laser ad Erbio permette quindi una rimozione delicata ed estremamente precisa degli strati di pelle malata o con problemi garantendo il rispetto dei tessuti sani circostanti.

IL TRATTAMENTO

Il paziente candidato al trattamento può appartenere anche ad un fototipo scuro e può essere trattato anche senza il rispetto delle unità estetiche, il che consente di operare anche su piccole zone isolate con ottimi risultati.

L’intervento di laser chirurgia per il controllo delle cicatrici postacneiche con tecnica Erbium SMOOTH viene effettuato in regime di anestesia locale topica con l’ausilio di una crema anestetica di nuova concezione ha una durata di circa 30 minuti.

Il paziente non è tenuto all’assunzione di alcun farmaco antibiotico mentre viene somministrato un farmaco antivirale, per via generale, per tre giorni.

Alla fine dell’intervento non è prevista alcuna medicazione e sarà presente solo una superficiale vaporizzazione visibile sotto forma di crosticina grigio-marrone che sarà eliminata entro cinque-sette giorni.

L’eliminazione della crosta metterà in evidenza una superficie rosa chiaro facilmente mascherabile con opportuno make-up e non sarà impedita in alcun modo l’attività sociale.

Questo particolare tipo di Laser ad Erbium non determina più quella serie di eventi facenti parte del trattamento laser, quale essudazione, microsanguinamenti, iperpigmentazioni e dolore.

DECORSO

Per un certo periodo dopo il resurfacing superficiale, la pelle sarà di colore rosa, delicata, leggermente edematosa. Occorre curarla con creme idratanti e con un alto fattore protettivo solare. Bisogna evitare assolutamente l'esposizione al sole e/o alle lampade abbronzanti nelle settimane precedenti ai trattamenti.

Non si devono assumere farmaci fotosensibilizzanti. Nell’attesa che la pelle si riproduca non sarà necessario nascondersi; dopo alcuni giorni, un make-up coprente consentirà di attendere alle normali occupazioni. Dopo il trattamento la pelle sarà più lucida e ringiovanita.

PRECAUZIONI E POSSIBILI COMPLICANZE

I tempi di riepitelizzazione della pelle saranno molto ridotti, compresi tra 8 e 12 giorni.

La zona trattata va protetta dalle radiazioni solari con un filtro totale. Le creme all'ossido di zinco sono indicate in caso di arrossamenti più marcati.

Le complicanze sono piuttosto rare ma rispondono prontamente ad una terapia adeguata l'Iperpigmentazione è piuttosto rara, più comune nei fototipi scuri ma in ogni caso curabile.

Chiamaci
Whatsapp
Scrivici